Loop Magnetica
 







 

   Antenna Saetta
 






 

   Info varie
 
   Loop Magnetica

Al  fine di poter utilizzare l’intera gamma  radioamatoriale dai 3,5 ai 30 Mhz con un valore di ROS costante di 1:1, si è reso necessario far scorrere sul palo di sostegno,  il loop di accoppiamento con un movimento ascensoriale (sali-scendi) in modo da ottenere l’esatta impedenza di 50 hom.

Ciò è stato possibile utilizzando un’ antenna per autoradio motorizzata con alimentazione a 12 volt.  ( la si può trovare presso i rivenditori di accessori elettrici per auto) che, con qualche piccola modifica, assolve egregiamente a movimentare il controloop; è chiaro che bisogna montare due fine-corsa per interrompere l’alimentazione elettrica per non sovraccaricare il motorino.

Ciò ha consentito, come già detto, di poter utilizzare le due antenne  al meglio per l’intera escursione delle gamme per le quali sono state progettate.

Non mi soffermo sulle caratteristiche delle Loop Magnetiche, poiché tanto  è stato detto e scritto in merito; posso solo confermare che risolvono egregiamente i problemi di spazio degli amici  OM con risultati molto soddisfacenti.

Descrivo, qui di seguito, alcuni suggerimenti per l’assemblaggio e taratura delle antenne:

- Approntare il loop che interessa , cerchio grande o piccolo, con  le misure sopra specificate;

- Montare il condensatore variabile dentro il contenitore plastico a tenuta stagno;

- Preparare il loop di accoppiamento in cavo coassiale per l’antenna che si vuole realizzare;

Montaggio:

 - Tubo di sostegno in acciaio zincato da un pollice(mt 3,00 per il loop grande e mt 1,50 per quello piccolo;

- Fissare la cassetta contenente il variabile sul tubo;

- Agganciare le due estremità del cerchio sui contatti del variabile e ai due bulloni esterni di sostegno, facendo attenzione a serrare molto bene i dadi (in questo punto si ha la massima tensione che si sviluppa nel circuito);

- Fissare il loop di accoppiamento al cerchio mediante un paio di fascette in plastica, coprendo le stesse  con del buon nastro isolante, mentre l’atro capo con la cassettina in pvc, provvista dell’anphenol, va fissato al sali-scendi;

- Bloccare il sali-scendi al palo di sostegno;

-Verificare che il sistema funziona perfettamente prima di eseguire i collegamenti definitivi con il control-box.

Espletato il montaggio meccanico, si passa alla fase di taratura.

Personalmente ho utilizzato un  MFJ 269 ma va bene un  RTX qualsiasi. Per l’antenna grande (80/20 mt), ho posizionato il controloop alla sua massima estensione ( per intenderci a mò di uovo di pasqua), con il sali-scendi tutto aperto, quindi  mi sono sintonizzato con il variabile fino al massimo fruscio , e con i pulsantini  che comandano il motorino del variabile, ho fatto  i dovuti aggiustamenti; successivamente  sono andato in trasmissione con 8/10 watt di potenza e ho verificato l’ SWR. Nel caso in cui il ROS è alto, far scorrere  il controloop (tramite il sali-scendi) allungandolo verso l’alto  o abbassandolo sino a trovare 1:1 di ROS: a questo punto il controloop  è perfettamente tarato per la banda degli 80 mt. Ricordo che per salire di frequenza, il controloop dovrà scendere e viceversa per ottenere 1:1 di onde stazionarie.Ho seguito la stessa procedura  per la taratura dell’antenna  più piccola. 

È bene ricordarsi che  la sintonia dell’antenna, (tramite il variabile) va fatta tutte le volte che ci si sposta di frequenza anche di pochi hz,  mentre il controloop di accoppiamento si regola tutte le volte che si cambia di banda.

Le foto a corredo, potranno rappresentare un valido ausilio, per la realizzazione delle antenne.

Resto a completa disposizione per  chiarimenti e/o suggerimenti e per l’eventuale reperimento del variabile sopra descritto.                                    

IT9 SUQ Salvatore Canino.  

Il mio indirizzo telefonico 095/953930 ed E-Mail salvatore.canino@alice.it.

< Pagina precedente

 
   Contatore visite

Statistiche

 







   Cerca con Google


 








   Link Utili
 

  Creative Commons License
IT9 SUQ Website by IT9 SUQ is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.