Loop Magnetica
 







 

   Antenna Saetta
 






 

   Info varie
 
   Antenna Saetta

Il progetto Saetta

Foto Logo.gif (193489 byte)

L’antenna che presentiamo è ampliamente trattata nella bibliografia prima descritta, con qualche accorgimento e consiglio in più di come installarla ed utilizzarla.

Non si tratta quindi di una nuova antenna ,questo a chiarimento per qualche “buontempone” ma è innovativo il sistema di utilizzo. Il progetto che abbiamo sviluppato in diversi anni di prove ed esperimenti, si basa nell’inserimento dell’accoppiatore  automatico aperiodico, tra il  cavo coassiale e la discesa dell’antenna, questa apparecchiatura di nostra invenzione  l’abbiamo denominata “BCR99” o “scatoletta”.

L’antenna può avere diverse dimensioni e configurazioni,la discesa o stub è ricavata sempre ad un terzo della lunghezza fisica.

Terra fittizia o piano riflettente artificiale

I colleghi “OM” o gli “SWL” che non hanno la possibilità di utilizzare una buona “massa”, possono ovviare al problema seguendo le indicazioni qui di seguito descritte. Procurarsi ml 7,00 di tubo di rame da 12 o 14 mm. formare un cerchio del diametro di ml. 2,20  saldando le due estremità, si può utilizzare anche del filo elettrico come quello utilizzato per la costruzione dell’antenna.  Saldare  uno spezzone di filo di 10/20 cm. da 1,5 mmq. al cerchio (sia esso  realizzato in tubo di rame  che in filo elettrico), collegare questo spezzone di filo alla scatoletta lato “massa”, posizionare il cerchio sotto l’antenna e collegare il filo di discesa o stub all’altro lato della scatoletta “antenna”, collegare infine il cavo coassiale al bocchettone, ricordando di avvolgere 7/8 spire di cavo coassiale, diametro cm. 30. Questo avvolgimento serve a bloccare eventuali residui di radio frequenda “RF” di ritorno verso l’RTX, fatto ciò l’installazione è completa.

LA SAETTA

Descrizione Antenna

L’antenna che andiamo a descrivere è una antenna asimmetrica marconiana con un tratto di discesa monofilare.

Il cuore del buon funzionamento è l’accoppiatore  automatico aperiodico, inserito tra il cavo coassiale e la Saetta, noi l’abbiamo battezzato “BCR99” o  solamente “scatoletta”.

Dimensioni e configurazioni:

1)-PCR20/99 lunghezza antenna tra i due isolatori ml.20,40 , discesa ml.6/8; saldatura all’antenna a ml.6,80 da un isolatore.

2)-PCR40/99 lunghezza antenna tra i due isolatori ml.40,80 ,discesa ml.12/14;saldatura all’antenna a ml.13,60 da un isolatore.

3)-PCL80/99 lunghezza antenna tra i due isolatori ml.78,90 ,discesa ml.24/26; saldatura all’antenna a ml.26,30 da un isolatore.

4)-PCXL160/99 lunghezza antenna tra i due isolatori ml.156,50 , discesa ml.50/52  saldatura all’antenna a ml.52,17 da un isolatore.

Sezioni conduttori:

1)-PCR20/99 configurazione corta si consiglia per il conduttore dell’antenna una sezione da 2,5 mmq. mentre per la discesa 1,5 mmq.

2)-PCN40/99 configurazione doppia della precedente , si può utilizzare a discrezione 2,5 mmq.per il conduttore dell’antenna e 1,5 mmq. per la discesa, oppure 4,0 mmq. per l’antenna e 2,5 mmq. per la discesa.

3)-PCL80/99 trattasi di una configurazione quadrupla riferita alla soluzione base (PCR20/99) essendo il filo lungo si consiglia di utilizzare per l’antenna la sezione di 6 mmq.mentre per la discesa la sezione 4,0 mmq.

4)-PCXL160/99 configurazione doppia della precedente antenna di lunghezza ottima per operare sulla banda dei 160 m.il filo da utilizzare potrebbe essere lo stesso della versione PCL80/99, 6,0 mmq.e 4,0 mmq. ;oppure e questo dipende dalle proprie disponibilità di spazio e dei tipi di sostegno; si può utilizzare per l’antenna un conduttore da 10 mmq. e la discesa 6,0 mmq.

Installazione

L’antenna si può installare in diversi modi (vedi fogli illustrati allegati).Bisogna tener presente che a questa antenna necessita  una buona “massa/terra”, per avere ottimi risultati.

Funzionamento

Collegato il cavo coassiale al “BCR99” si è pronti ad operare :Portarsi con l’RTX sulla banda dei 40/80 mt. è chiaro ed anche superfluo che bisogna inserire un Rosmetro in serie all’antenna. Utilizzando una minima potenza di RF circa 10 watt andare in trasmissione e leggere il ROS (se l’installazione è stata fatta a regola d’arte rispetando quanto indicato negli schemi allegati,e la massa/terra è ottima dovreste leggere un ROS basso intorno a 1:1); se così fosse l’antenna non ha bisogno di ritocchi, in quanto una volta accordata in banda 40/80 mt. funziona ottimamente su tutte le bande. Se il ROS è più alto ad esempio 1:6 0 1:8 , sintonizzare la frequenza (in trasmissione) per vedere dove il ROS tende a scendere.Trovato il punto di risonanza allungare od accorciare il filo di discesa,1,5 mmq. sino ad ottenere il minimo di ROS ;non agire mai sulla lunghezza dell’antenna. Si ricorda che per “salire” di frequenza bisogna accorciare,viceversa per “scendere” bisogna allungare. Questi ritocchi se necessitano bisogna farli poco a poco, non più di 10 /20cm. alla volta. Si rammenda che per spostarsi di 100Khz bisogna accorciare od allungare  circa 80/90 cm

Prestazioni

L’antenna funziona bene con tutti gli apparati moderni e non, provvisti di sintonizzatore automatico o manuale “accordatore”. Nelle  bande dei 3,5; 7; 14; 21; 28; 50;144;MHZ funziona regolarmente con un ROS da 1:1 a 1:3. Sulle bande 1,8; per la “PCN” ”PCL” “PCXL”  e WARC bisogna correggere l’impedenza e quindi la risonanza  tramite lo stesso RF tune dell’apparato, in ricezione l’antenna lavora in “continua” da 0,5 a 30 MHZ, senza bisogno di nessun inserimento di RF tune.

L’antenna copre quasi tutto lo spettro delle HF, ed una volta accordata sulla banda di utilizzo, il ROS si mantiene basso per una porzione di circa 150 KHZ.

Coloro che hanno preferenza di utilizzare le bande basse in particolare 40; 80; 160; mt. consigliamo di utilizzare la “PC40/80/160/99”.

Come si evince dai disegni allegati, le  soluzioni applicative di installazione dell’antenna sono moltelpici  ed abbastanza semplici, tutto dipende dallo spazio a disposizione.

Con la "Saetta" si è cercato di realizzare una antenna multibanda per i colleghi "OM" e "SWL" che hanno poco spazio nel proprio QRA. 

 
   Contatore visite

Statistiche

 







   Cerca con Google


 








   Link Utili
 

  Creative Commons License
IT9 SUQ Website by IT9 SUQ is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.